COME SCEGLIERE I REGALI NATALIZI PER I NOSTRI BAMBINI

Eccoci qui ormai vicinissimi al Natale. Un Natale diverso dal solito ma che nei nostri cuori resta la festa dell’amore e della famiglia per eccellenza, simbolo di calore e magia, di bambini con occhi luminosi e luci che brillano nelle notti…e allora cercheremo comunque di viverlo nel miglior modo possibile, anche per amore dei nostri piccoli, che in questo momento hanno bisogno di respirare il Natale forse come non mai.

Così, come consuetudine, anche quest’anno sorge la domanda ricorrente in questo periodo: “cosa gli/le regalerò per Natale?”.  Nonni, zii, amici, tutti a chiederci di cosa i nostri piccoli hanno bisogno. Ma anche noi genitori ci interroghiamo e iniziamo con le liste! In molti casi ci rivolgiamo a quella fatidica letterina scritta e già spedita a Babbo Natale, quella su cui i nostri bambini ripongono un’immensa fiducia. Talvolta però dobbiamo pensare ad altre potenziali idee regalo da suggerire ad amici e parenti.

E allora, come possiamo orientarci ed orientare negli acquisti e nella scelta dei regali natalizi destinati soprattutto ai nostri bambini? Come prepararsi all’ondata di regali che riceveranno?  Veramente solo i giocattoli possono soddisfarli?

Prepararsi All’Ondata Di Regali Natalizi

Sicuramente questo è il periodo dell’anno in cui, se non lo abbiamo fatto prima, possiamo cogliere l’occasione per riorganizzare la cameretta dei nostri figli. In un articolo recente abbiamo parlato proprio di come organizzare una cameretta in modo che possa stimolare l’autonomia e facilitare il riordino “La Cameretta dei bambini: promuovere l’autonomia e facilitare il riordino“. Tra i validi spunti di quell’articolo ve ne riporto uno: fare un “turnover” di giochi di tanto in tanto, mettendo a riposo quelli che non destano più l’attenzione per sostituirli con altri che avevamo tenuto in caldo e che daranno una ventata di aria fresca. I “nuovi giochi” stimoleranno nuovamente l’attenzione dei bambini.

Questo o qualcosa di simile è quello che possiamo fare per prepararci al probabile, anzi praticamente sicuro, arrivo di nuovi giochi. Cominciamo a fare una cernita di ciò che non è più utilizzato, di ciò che ormai è fuori target, rotto, consumato ecc. Osserviamo i nostri piccoli nel gioco e ci renderemo presto conto di ciò di cui potremo e potranno fare a meno.

A questo punto quando ci chiedono di cosa hanno bisogno, oltre a suggerire quello che i nostri bambini desidererebbero, possiamo suggerire giochi adatti alla loro specifica età che potrebbero stimolare il loro sviluppo cognitivo, motorio ed emotivo oppure dei libri, regali sempre utili e stimolanti. È fondamentale proporre ai nostri bimbi un gioco adatto alla loro età, affinché durante l’attività ludica essi possano sperimentare emozioni e pensieri che li facciano sentire capaci e adeguati. Questo aspetto ha una grande risonanza in quanto in una situazione contraria i nostri bimbi potrebbero vivere inutili frustrazioni.

Noi ad esempio cerchiamo sempre, sotto Natale di fare una lista di giochi educativi che potremmo indicare ai parenti come potenziali regali. Per nostra preferenza optiamo sempre per:

  • giochi in legno, stoffa, gomma, strumenti musicali, che favoriscono le libere esplorazioni (ad esempio a Massimo piacciono moltissimo gli animali e ne ha una vasta collezione e scelgo sempre quelli che più realisticamente li rappresentano), etc. Tutte queste idee, ma anche altre che non abbiamo citato, offrono sensazioni tattili ricche e interessanti ai bambini ed esperienze ludiche significative;
  • libri e ancora libri! Ce ne sono tantissimi e davvero belli che entusiasmano i bambini. I primi titoli che mi vengono in mente da potervi suggerire sono: “Il Gruffalò”, “Che rabbia”, “Sulla Collina”, “Bastoncino”, “Si può dire senza voce”, “Mio! Mio! Mio!”, “Orso ha una storia da raccontare”, ecc. Se volete qualcosa sul tema natalizio basta una breve ricerca online e avrete l’imbarazzo della scelta. Io, per esempio, regalerò a Massimo “Il topolino e Babbo Natale.”. Lasciatevi aiutare e consigliare dalla vostra libreria per bambini di fiducia, nella nostra città, nella prima cintura torinese, per esempio c’è Pandizenzero (www.libreriapandizenzero.it),una libreria carinissima gestita da due ragazze gentilissime che offrono delle consulenze dettagliate e che sono il top!  Ci sono anche altre belle realtà, In Torino per esempio ci sono altre due belle librerie: Bufò in zona Parco Ruffini (www.libreriabufo.it/) e Diorama Kids in zona Tesoriera (www.libreriadiorama.it). Ricordiamo che la lettura favorisce il in linguaggio, l’immaginazione, la creatività, apre la mente, rilassa e sul piano relazionale consolida le relazioni (legame di attaccamento) tra l’adulto di riferimento e bambino;
  • bambole, peluche, personaggi vari, mezzi di trasporto, cucine in miniatura da allestire con oggetti veri o il più possibile realistici. Tali oggetti possono favorire il gioco simbolico a finale aperto e stimolare capacità narrativa e creativa;
  • giochi montessoriani o di ispirazione montessoriana. Moltissime marche dedicano una sezione a questi ultimi;
  • materiali manipolativi ed artistici come pongo, das, didò, plastilina, argilla, sabbia, sabbia cinetica, colori a dita;
  • per i bimbi più grandi giochi da tavola o quelli che prevedono esperimenti pratici e scientifici.

Se anche a voi piacciono queste tipologie di giochi e avete piacere che i vostri figli entrino in contatto con queste attività, oppure volete alzare l’asticella della qualità dei giochi con cui giocano, favorendola magari alla quantità, approfittate del periodo Natalizio per rinnovare il “parco giochi”.

I regali natalizi: come orientarsi Negli Acquisti

Sul territorio vi sono diversi punti vendita a cui possiamo affidarci per gli acquisti natalizi dedicati ai nostri bambini. La maggior parte di essi offrono una vasta gamma di prodotti con un ottimo rapporto qualità- prezzo. Per esempio, attualmente da Lidl sono in vendita dei giocattoli in legno o destrutturati di ottima qualità davvero molto economici quali: la cucina in legno, gioco cassa, utensili per cucina, il primo orologio, il triciclo, asse da stiro, la valigetta del dottore ecc.  Alla Lidl si possono davvero trovare periodicamente, soprattutto sotto le festività, degli ottimi giocattoli ad ottimo prezzo.  

Altra soluzione sono i negozi come il Centro Giochi Educativi dove si possono trovare bellissime idee regalo, anche se non sempre economiche, come per esempio: l’alfabeto tattile di ispirazione montessoriana, batteria rana (molto carina), cintura carpentiere, domino animali colori, Filò ecc.. Sono tutti giochi sicuri che permettono ai bambini di scoprire le gioie di aggiustare e creare oggetti. Ogni strumento è delle dimensioni perfette per le manine e affascinerà sicuramente i bambini. 

Non dimentichiamoci delle librerie per bambini e ragazzi molte delle quali oltre alla vendita di libri di qualità a prezzi ragionevoli vendono giochi altrettanto di qualità come ad esempio quelli della Djeco.

Questa casa produttrice oltre ad offrire categorie di giochi differenti a seconda dell’età, offre qualità e molti dei giocattoli che produce sono di ispirazione montessoriana. Il vastissimo catalogo Djeco propone giocattoli in grado di soddisfare proprio diverse fasce di età: mattoncini colorati, trainabili e puzzle sono tra i prodotti preferiti dai neogenitori per la loro prerogativa di stimolare nei bambini tanto la coordinazione motoria quanto la capacità di riconoscere forme e colori. I kit per il disegno, come pure le cucine giocattolo e i giochi di carte, si rivolgono invece ai bambini più grandi e hanno l’obiettivo di esaltarne le qualità creative, la fantasia e le attitudini all’interazione con gli altri e con l’ambiente circostante.

Altra valida idea è l’IKEA che, come saprete bene, ha un reparto dedicato all’infanzia. I giochi dell’IKEA sono per la maggior parte in legno o stoffa. Possiamo trovare inoltre articoli per le attività artistiche e idee per il gioco dinamico. In negozio c’è anche un angolino dedicato ai libri che vendono a dei prezzi veramente convenienti … certo la qualità delle storie non è il top di gamma ma sono comunque storie molto carine da regalare e raccontare.

Non Solo Giocattoli!

Ora, invece, focalizziamo l’attenzione su un altro genere di regali come, per esempio, l’abbigliamento e buoni regalo.

Sappiamo che i bambini tendenzialmente non mostrano particolare entusiasmo quando aprono un pacchetto al cui interno ci sono dei vestiti, cosa che invece, a noi genitori fa molto piacere ricevere! Avere un vestito e un cambio in più fa sempre comodo anche perché, si sa, i nostri bimbi crescono rapidamente e soprattutto si sporcano più volte nella giornata.

 Secondo la nostra esperienza i migliori negozi che offrono un buon rapporto qualità-prezzo sono Ovs, Kiabi, Idexè, Original Marines, Lidl. In quest’ultimo l’abbigliamento è di cotone organico e la qualità è ottima. Noi abbiamo acquistato moltissimi vestiti per Massimo e Leonardo alla Lidl e ci siamo trovate benissimo, anche in termini di durevolezza del tessuto, che, considerati i moltissimi lavaggi a cui sono stati sottoposti, hanno resistito benissimo.

I buoni regalo sono anch’essi una valida idea regalo, facili da acquistare e da regalare, adatti a ogni occasione, ideale come regalo last-minute, perfetti se non sappiamo deciderci o se vogliamo donare tutta la libertà di scelta.  In commercio possiamo trovare buoni regalo di qualsiasi genere e cifra da spendere in un negozio di abbigliamento, in un negozio per giocattoli oppure buoni regalo di attività ed esperienze come, per esempio, per un percorso di acquaticità, un pacchetto di ingressi per le grotte di sale o una gita, magari a Leolandia, tutta da vivere. Insomma, con i buoni regalo ci si può sbizzarrire e fare un figurone. Certo, i nostri bimbi non coglieranno nell’immediato quanto il regalo possa essere prezioso, ma sicuramente ritroveranno il piacere e la gioia di ricevere articoli o di vivere l’esperienza regalata a tempo debito o, comunque, basterà una nostra accurata e avvincente spiegazione.

Abbiamo finora parlato per lo più di grandi catene poiché, volenti o nolenti fanno parte della nostra realtà e crediamo sia bene conoscere dove, nella grande distribuzione, possiamo trovare prodotti di buona qualità. Non ci dimentichiamo però, soprattutto in questo momento storico, delle piccole realtà che stanno tanto faticando a rimanere in piedi. Queste possono comunque offrire prezzi accessibili per prodotti di qualità e, soprattutto ora, sono anche disponibili per consegne a domicilio. È sufficiente prenotare il proprio articolo da casa tramite WhatsApp! Molti negozianti mettono i cataloghi dei loro prodotti sulle loro pagine Facebook o sui propri siti, quindi anche le piccole realtà del territorio non sono da meno in termini di comodità….

Quindi facciamo delle ricerche sui piccoli commercianti che abbiamo nella nostra zona e su cosa offrono, magari saremo piacevolmente sorpresi di quanto riescano a soddisfare le nostre necessità e desideri!

Detto ciò, crediamo sia fondamentale fin dai primi anni di vita, educare i nostri figli al concetto di dono e ad apprezzare il pensiero.  Ovvio che, l’atteggiamento di apprezzare qualsiasi regalo si riceva, parte da noi adulti. Non si tratta di insegnare ai nostri piccoli a dire per forza che una cosa piace quando così non è, ma di trasmettere loro il messaggio che ogni regalo è un dono, un gesto d’affetto e di amore nei nostri confronti. Per incentivare questo concetto possiamo preparare insieme ai nostri bambini dei pensieri semplici da regalare alle persone che ci stanno a cuore.

Un esempio può essere del sale aromatizzato pestato da loro che poi metteremo in barattolini da confezionare a tema natalizio; o dei biscotti preparati con le loro manine e poi impacchettati; oppure ancora qualsiasi  lavoretto in cui i bambini desiderino cimentarsi e che vogliano donare. In questo modo sperimenteranno il piacere di regalare qualcosa con basso valore materiale ma altissimo valore affettivo.

Altra occasione per trasmettere il piacere di donare, riceve e dello scambio è organizzare delle festicciole, in cui si crea un momento di unione e scambio, un momento dove ci si mette in cerchio e si dona all’altro un oggetto rigorosamente non acquistato ma nostro che desideriamo regalare.

Nel nido dove abbiamo lavorato, era nostra peculiarità quella di organizzare la festa di Natale condividendo regali propri e non comprati, in cui veniva valorizzato il principio del donare qualcosa di usato. Un oggetto, un libro o ciò che il piccolo preferiva, con cui avesse giocato o si fosse divertito, da dare ad un altro bambino, affinché anch’egli potesse vivere quelle belle emozioni.  Era un momento molto bello per i bambini e le famiglie.

Il Natale è di Tutti

Natale è magia, mistero, fantasia, attesa, per molti è religione, ingredienti questi che crescendo, per ragioni di natura diversa, l’adulto tende a dimenticare, ma che con un po’ di impegno e con la vicinanza di un bambino, può facilmente recuperare. Non vorremo, quindi, scordarci di donare qualcosa a noi stessi o agli adulti che stanno al nostro fianco! Perché Natale è per tutti ed è sempre bello ricevere un dono, soprattutto da una persona che ci vuole bene e a maggior ragione in questo periodo.  Cogliamo l’occasione per regalarle e farci regalare dei pensieri carini ed utili, il libro che sogniamo da tanto, un bracciale, delle scarpe, esperienze di relax o, come abbiamo detto prima, qualcosa creato in casa con amore. Insomma, viviamo insieme ai nostri bambini tutta la spensieratezza, la gioia e la magia del Natale. Quest’anno non sapremo bene come sarà, probabilmente povero di compagnia e vicinanza fisica, ma impegniamoci ancora di più per regalare a noi stessi e alla nostra famiglia calore e bellezza per fare in modo che il Natale resti ancora uno dei momenti più belli dell’anno. 

Ti è piaciuto questo articolo oppure ti ha fatto venire in mente qualcuno a cui potrebbe interessare?

CONDIVIDILO!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

…Se hai voglia di raccontarci la tua esperienza o condividere un tuo pensiero, lascia un commento sotto nello spazio dedicato!

Raccontaci la tua esperienza, condividi con noi il tuo pensiero o le tue domande