zona cambio pannolino

Come organizzare la zona cambio in modo pratico e sicuro!

Ecco un articoletto per me molto attuale, infatti, mentre allestivo la zona cambio per accogliere nuovamente un neonato in casa, ho pensato di scrivere due righe in merito, perché magari a qualche mamma, ancor più se neomamma, potrebbero essere utili.

Allora, vediamo un attimo come si può organizzare una zona cambio in modo da risultare accogliente ma, soprattutto, pratica e sicura!

Quando arriva un neonato in casa generalmente non manca mai il fasciatoio che ognuno di noi posiziona là dove in casa c’è un angolino di spazio che possa ospitarlo comodamente, o il più comodamente possibile. Nella maggior parte dei casi questo angoletto è situato in camera da letto, o in bagno, o in una terza camera che, probabilmente, diventerà la cameretta del nostro bambino.

Una volta definito il punto in cui posizionare il fasciatoio, qualunque fattezza esso abbia, è bene allestire con attenzione lo spazio intorno. L’obbiettivo principale è avere tutto l’occorrente per il cambio a portata di mano, in modo che non ci si debba mai allontanare dal fasciatoio quando si cambia il bambino ed essere quindi in totale sicurezza.

Questa sembra una cosa ovvia ma chi ha figli sa bene quanto invece non lo sia. Quante volte capita di mettere il bambino sul fasciatoio per il cambio oppure dopo il bagnetto e accorgersi di aver dimenticato qualcosa, o che magari non abbiamo preso la confezione nuova di pannolini perché la scorta del fasciatoio è finita e ci siamo dimenticati di rifornirla? Allora il pensiero che sfiora immediatamente il cervello è: “tanto lui non si muove, faccio in frattissima e torno” …. STOOOOP! Mai farlo! I nostri pupi sono imprevedibili e magari è proprio in quel momento, a seguito di uno scatto di crescita, che presi da una grande curiosità verso qualcosa che li attrae provano a girarsi. Così avviene l’incidente…cascano dal fasciatoio! Non voglio creare panico ma questa che ho appena raccontato è un’azione molto comune, ve lo assicuro. Perciò, tornando alla nostra organizzazione della zona cambio, è essenziale AVERE SEMPRE TUTTO L’OCCORRENTE A PORTATA DI MANO:

  • Una scorta di pannolini sempre pronta in modo da non essere mai scoperti;
  • Salviette umide se le usate;
  • Cremine varie
  • Olio di mandorle per massaggio;
  • Faldine di cotone;
  • Soluzione fisiologica;
  • Aspira muco;
  • Cambi che generalmente abbiamo nella cassettiera vicina o sottostante;
  • Il necessario per la medicazione del cordone ombelicale nei primi giorni dopo il ritorno dall’ospedale;
  •  Asciugamani

    Tutto l’occorrente qui menzionato è una lista generica che ovviamente può variare a seconda delle nostre abitudini, dei prodotti che utilizziamo o non utilizzano, potete disporlo nella maniera che per voi risulta più comoda. Io, per esempio, mi trovo molto bene con le sacche a varie tasche appese vicino al fasciatoio, in modo che sia tutto veramente a portata di mano. Questa è un’abitudine acquisita negli anni di lavoro al nido d’infanzia dove tutto l’occorrente per il cambio era disposto in maniera estremamente accessibile sia per ragioni di sicurezza, sia per agilità poiché, quando devi cambiare molti bambini, l’elemento tempo è fondamentale.

    In un contesto casalingo questo punto può essere più trascurabile ma un po’ di comodità non fa mai male, soprattutto se associata alla sicurezza!

    Sicuramente ci potrebbero essere altri consigli ma al momento mi sembra di aver detto le cose principali e più utili per avere una zona cambio pratica e comoda, pronta ad accogliervi al rientro dall’ospedale.

    sacca portaoggetti

    Ecco la mia sacca portaoggetti, non è ancora nel posto corretto, ovvero vicino al fasciatoio, perché sto aspettando che mio marito metta un chiodo, ma ho fiducia che ciò avvenga entro il mio rientro dall’ospedale ;D

    fasciatoio

    Il mio fasciatoio; lo trovo pratico, riesco ad avere tutto a portata di mano, anche le scorte di salviette e di pannolini. Con le sacche appese alla parete sarà perfetto per me! 

    Ti è piaciuto questo contenuto oppure ti ha fatto venire in mente qualcuno a cui potrebbe interessare?

    CONDIVIDILO!

    Condividi su facebook
    Facebook
    Condividi su whatsapp
    WhatsApp
    Condividi su linkedin
    LinkedIn
    Condividi su email
    Email

    …Se hai voglia di raccontarci la tua esperienza o condividere un tuo pensiero, lascia un commento sotto nello spazio dedicato!

    Raccontaci la tua esperienza, condividi con noi il tuo pensiero o le tue domande