Famiglia

la cameretta dei bambini

LA CAMERETTA DEI BAMBINI: PROMUOVERE L’AUTONOMIA E FACILITARE IL RIORDINO

La Cameretta dei bambini è quel luogo che noi genitori non vediamo l’ora di progettare ed organizzare, ma che ben presto ci troveremo a guardare con occhi scoraggiati e sconcertati per via del disordine ingestibile che sembra quasi possederla.

Ma allora, come riuscire ad organizzare una cameretta che permetta un riordino veloce, semplice e man mano sempre più autonomo per i nostri bambini?

Come organizzare una cameretta che promuova l’autonomia del bambino in termini di scelta degli spazi da poter occupare e giochi da voler utilizzare?

In questo articolo ci occuperemo proprio di questo, per darvi qualche idea su come rendere la cameretta dei vostri bambini un luogo accogliente e ordinato. Un posto in cui il piccolo possa entrare in contatto con tutto ciò che stimoli la sua creatività, la sua fantasia, il suo bisogno di autonomia, la sua voglia di immedesimarsi e, perché no, di rilassarsi.

I lavaggi nasali, una guida agli strumenti e tecniche per eseguirli!

Oh no! Il mio piccolo ha il raffreddore e il pediatra mi ha indicato di effettuare dei lavaggi nasali con una soluzione fisiologica!
Ecco che arriva il panico: da quel momento le tre parole chiave che rimbombano nel nostro cervello sono raffreddore, lavaggi nasali e soluzione fisiologica, ma non abbiamo assolutamente idea di come eseguirli!
Spesso si dà per scontato che tutti sappiamo effettuare correttamente i lavaggi ma in realtà non è così. Sembra una cosa semplice che se però non eseguita correttamente potrebbe risultare inutile o creare spiacevoli inconvenienti. È molto importante che qualcuno si preoccupi di spiegarci a cosa servono e ci mostri come dovrebbero essere eseguiti correttamente.
Proveremo a farlo noi!
In questo articolo vedremo Che cosa sono i lavaggi nasali;Perché è importante eseguirli;Soluzione isotonica e ipertonica, ecco le differenze;Quali strumenti utilizzare?;Come si eseguono i lavaggi all’atto pratico?;In quali momenti della giornata è più opportuno eseguirli e come eseguire i lavaggi nasali in serenità.
Buona lettura!

La co-genitorialità tra diversi legami

Siamo co-genitori?
Qual è il nostro livello di accordo circa la relazione e le modalità educative ?
C’è una divisione dei ruoli?
Ci supportiamo a vicenda?
Quanto siamo uniti?
Quanto comunichiamo?
La co-genitorialità è un equilibrio faticoso da costruire e mantenere, richiede impegno e dedizione. Quell’essere genitori insieme è sinonimo di complicità o alleanza che permette ai partner di comunicare apertamente e in modo efficace su temi e scelte che riguarderanno il figlio e di sostenersi emotivamente reciprocamente, agendo in modo coordinato per il raggiungimento di scopi comuni.
In questo articolo vedremo nel dettaglio che cos’è la cogenitorialità, gli ingredienti di una buona co-genitorialità, co-genitorialà e separazione, cogenitorialità in altri tipi di relazioni.

cosleeping

Cosleeping e bed – sharing, di necessità virtù

Un articolo sul tema del cosleeping e bad – sharing per condividerne i benefici e i motivi per cui il sonno condiviso va a soddisfare un bisogno biologico del bambino.

Anche noi con i nostri piccoli abbiamo scelto, e continuiamo a praticare, il cosleeping, ed è una scelta di cui non ci siamo mai pentite e per cui non ci siamo mai sentite in difetto rispetto al giudizio altrui e quello che ci ha aiutato in questo è stata l’informazione e la consapevolezza alla base della scelta!

Bonus asilo nido, una risorsa per le famiglie

Nell’ ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, la legge di Bilancio del 27 dicembre 2019 ha disposto nuovamente il bonus asilo nido o “contributo asilo nido”, con l’obbiettivo specifico di sostenere la genitorialità e la funzione sociale ed educativa della famiglia oltre a favorire la conciliazione della vita familiare con il lavoro, in particolare quello femminile. Il contributo asilo nido, quindi, è stato pensato ad hoc per le famiglie con bimbi piccoli, da zero a tre anni di età.
In questo articolo vediamo quindi nello specifico
il bonus asilo nido cos’è e come funziona;
Come richiederlo- procedura passo passo sulla piattaforma di riferimento;
I requisiti necessari per presentare la domanda all’INPS;
Di quale importo si tratta;
Consultazione stato della domanda

homeschooling

Homeschooling: Una Possibilità D’Istruzione Alternativa

Eccoci a parlare di homeschooling in un periodo dove il mondo scolastico è saturo di incertezze. In questo articolo troverete le principali informazioni sull’homeschooling e potrete così capire se questa modalità potrebbe funzionare per la vostra famiglia oppure semplicemente sarà strumento per rimanere informati riguardo ciò che nel nostro paese è lecito scegliere riguardo l’istruzione dei nostri figli.

L’asilo nido : fare una scelta consapevole

E’ giunto quel momento a cui non stavamo più pensando, quel momento che ci sembrava lontano: dobbiamo tornare a lavoro, è terminato il congedo di maternità o comunque il periodo per poter stare a casa con il nostro bambino o la nostra bambina. Ci troviamo di fronte alla necessità di affidare questa piccola creatura a terzi! Questa è sicuramente una fase che crea disordine in quel precario ma straordinario equilibrio che si era creato nel nuovo nucleo famigliare, quando ci siamo trovati in un ruolo mai rivestito prima, quello di genitori; ecco allora che spaventa l’idea di “lasciare” nostro figlio o nostra figlia in mani diverse da quelle sicure e amorevoli della mamma e del papà. Dubbi e timori si fanno spazio nella nostra mente. Cosa facciamo, scegliamo un asilo nido, i nonni o la babysitter? A determinare la scelta subentrano inoltre diversi fattori, come la disponibilità dei nonni, la possibilità economica, le nostre convinzioni o preconcetti e, non per ultimi, i nostri principi.

In questo articolo approfondiamo i seguenti aspetti:
♡ il nido come risorsa
♡ come scegliere un nido giusto
♡ che cosa ci può orientare nella scelta.

sos calore bebè!

L’estate è ormai esplosa da qualche settimana, accompagnata da afa, umidità e temperature elevate che mettono a dura prova il corpo, l’umore e la mente di noi adulti e dei nostri bebè. Tenere sotto controllo la temperatura interna del bambino ed esterna dell’ambiente ci aiuta ad intervenire nell’immediato per evitare un surriscaldamento del piccolo, prevenendo così il rischio di disidratazione, evitando problemi alle sue difese immunitarie e scongiurando il caso più grave, ovvero la morte improvvisa da lattante (SIDS), In questo articolo vedremo:
cosa dobbiamo tenere d’occhio
come possiamo rinfrescare il nostro bebè
Come comportarci durante le passeggiate al mare e in montagna.

rientro a scuola

PRONTI? SI RITORNA A SCUOLA!

Non c’è mai stato un settembre tanto atteso come quello di quest’anno…
Cerchiamo di capire insieme alla Psicologa Stefania Cozzolino quali potrebbero essere le emozioni e i vissuti interni di bambini e ragazzi nel ritornare tra i banchi di scuola e come meglio accompagnarli.
“Un bambino può crescere solo all’interno di una relazione affettiva. I piccoli dell’uomo sono programmati a svilupparsi in un modo socialmente cooperativo; che poi lo facciano o no,
dipende in massima parte da come sono trattati” Bowlby