Educazione

Bonus asilo nido, una risorsa per le famiglie

Nell’ ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, la legge di Bilancio del 27 dicembre 2019 ha disposto nuovamente il bonus asilo nido o “contributo asilo nido”, con l’obbiettivo specifico di sostenere la genitorialità e la funzione sociale ed educativa della famiglia oltre a favorire la conciliazione della vita familiare con il lavoro, in particolare quello femminile. Il contributo asilo nido, quindi, è stato pensato ad hoc per le famiglie con bimbi piccoli, da zero a tre anni di età.
In questo articolo vediamo quindi nello specifico
il bonus asilo nido cos’è e come funziona;
Come richiederlo- procedura passo passo sulla piattaforma di riferimento;
I requisiti necessari per presentare la domanda all’INPS;
Di quale importo si tratta;
Consultazione stato della domanda

homeschooling

Homeschooling: Una Possibilità D’Istruzione Alternativa

Eccoci a parlare di homeschooling in un periodo dove il mondo scolastico è saturo di incertezze. In questo articolo troverete le principali informazioni sull’homeschooling e potrete così capire se questa modalità potrebbe funzionare per la vostra famiglia oppure semplicemente sarà strumento per rimanere informati riguardo ciò che nel nostro paese è lecito scegliere riguardo l’istruzione dei nostri figli.

libri per bambini

PER OGNI MOMENTO C’E’ UN Libro

i libri che leggiamo con i nostri bambini sono strumento di supporto, spunti di riflessione da elaborare insieme e per loro sono fonte di immedesimazione. Si identificano con il personaggio, nella storia dei protagonisti ritrovano e riconoscono la loro e questo rende tangibile la situazione. Nel racconto ritrovano la descrizione delle stesse emozioni che provano loro, le riconoscono e le comprendono e si sentono rassicurati.

L’asilo nido : fare una scelta consapevole

E’ giunto quel momento a cui non stavamo più pensando, quel momento che ci sembrava lontano: dobbiamo tornare a lavoro, è terminato il congedo di maternità o comunque il periodo per poter stare a casa con il nostro bambino o la nostra bambina. Ci troviamo di fronte alla necessità di affidare questa piccola creatura a terzi! Questa è sicuramente una fase che crea disordine in quel precario ma straordinario equilibrio che si era creato nel nuovo nucleo famigliare, quando ci siamo trovati in un ruolo mai rivestito prima, quello di genitori; ecco allora che spaventa l’idea di “lasciare” nostro figlio o nostra figlia in mani diverse da quelle sicure e amorevoli della mamma e del papà. Dubbi e timori si fanno spazio nella nostra mente. Cosa facciamo, scegliamo un asilo nido, i nonni o la babysitter? A determinare la scelta subentrano inoltre diversi fattori, come la disponibilità dei nonni, la possibilità economica, le nostre convinzioni o preconcetti e, non per ultimi, i nostri principi.

In questo articolo approfondiamo i seguenti aspetti:
♡ il nido come risorsa
♡ come scegliere un nido giusto
♡ che cosa ci può orientare nella scelta.

rientro a scuola

PRONTI? SI RITORNA A SCUOLA!

Non c’è mai stato un settembre tanto atteso come quello di quest’anno…
Cerchiamo di capire insieme alla Psicologa Stefania Cozzolino quali potrebbero essere le emozioni e i vissuti interni di bambini e ragazzi nel ritornare tra i banchi di scuola e come meglio accompagnarli.
“Un bambino può crescere solo all’interno di una relazione affettiva. I piccoli dell’uomo sono programmati a svilupparsi in un modo socialmente cooperativo; che poi lo facciano o no,
dipende in massima parte da come sono trattati” Bowlby

I consigli giusti per scegliere la scarpa giusta!

Presto o tardi arriverà il momento di comprare la prima scarpina ai nostri bambini e allora come scegliere quella più adatta? Raffaella, gentilissima e competente titolare del negozio “Babalú Kids Scarpe Bambini” di Grugliasco ci indicherà le caratteristiche che deve avere una buona scarpa e cosa deve preservare in termini di benessere posturale e di sviluppo fisiologico della camminata.

DIDATTICA A DISTANZA E bambini con bisogni speciali

Questa settimana, invece, guardiamo la DAD da un altro punto di vista. A raccontarsi saranno una maestra di sostegno ed una mamma, le quali hanno rispettivamente a che fare con un bambino affetto da spettro autistico e un ragazzo a cui è stato certificato un disturbo specifico dell’apprendimento, detto anche DSA. Ci racconteranno come la didattica a distanza si sia dovuta adeguare per soddisfare le esigenze di bambini e ragazzi con bisogni speciali.

sostegno

Il lavoro dell’insegnante di sostegno a distanza

Sono un insegnante di sostegno della scuola dell’infanzia. Ho conseguito la laurea in scienze della formazione primaria e da circa tre anni occupo il posto di sostegno in varie scuole del territorio. Ho avuto modo di confrontarmi con diverse forme di disabilità, quali il disturbo psicomotorio, la disprassia e il disturbo dello spettro autistico. Quest’anno nello specifico ho seguito un bimbo dell’età di tre anni affetto da autismo. Attraverso lo strumento della didattica a distanza noi insegnanti di sostegno siamo riusciti, anche se in modo parziale, a rispondere ai bisogni dei ragazzi con disabilità. Abbiamo creato dei materiali multimediali ad hoc per continuare a garantire un supporto educativo e didattico.

la capanna

La Capanna, Un Gioco Magico Per Crescere

Dopo vari tentativi di creare un rifugio con cuscini, lenzuola, sedie e tavoli, un giorno al ritorno da una gita nel bosco, durante la quale abbiamo recuperato dei bastoni di bambù, io, papà Claudio e il piccolo Leo abbiamo deciso di costruire una vera capanna, un angolo segreto all’interno della cameretta. Subito si potrebbe pensare che questo gioco sia semplice e forse anche banale ma in realtà per i nostri figli rappresenta un luogo in cui sentirsi contenuti e protetti, dove poter ritrovare la calma e la serenità…

spannolinamento

SPANNOLINAMENTO?!… HELP!

Lo spannolinamento è uno dei momenti più temuti da noi genitori, non sappiamo bene da dove cominciare e allora iniziamo a confrontarci con amici e parenti, consultiamo siti e blog alla ricerca di informazioni e consigli. Così però rischiamo di perdere di vista l’unica cosa che forse ci è davvero utile: lo sguardo e l’attenzione sui nostri figli. Vediamo insieme come accompagnare i nostri piccoli in questo momento delicato ed importante.